giovedì 26 febbraio 2015

TEST DELLA MANCANZA DI CONSAPEVOLEZZA



Ti invito a fare questo test...Hai solo un obbligo, rispondere con la massima onestà!

Risposte:

1) Raramente 
2) Talvolta
3) Spesso 
4) Molto spesso 
5) Quasi sempre

Utilizza le risposte da 1 a 5 per valutare con quale frequenza ti succede quanto segue:



  •  Ti capita di rompere o versare qualcosa ?
  •  Ti capita di agire " in automatico" senza renderti conto di quello che stai facendo?
  •  Ti capita di fare le cose di fretta senza prestare attenzione a ciò che stai facendo?
  •  Ti concentri a tal punto sugli obbiettivi che ti sei prefissato a tal punto da perdere il contatto con ciò che stai facendo in quel momento?
  •  Mentre ascolti qualcuno, ti capita di fare altro?
  •  Pensi insistentemente al passato o al futuro?
  • Ti capita di ritrovarti a mangiare uno spuntino senza renderti conto di averlo deciso?
  • Ti capita di perderti nei tuoi stati d'animo e nei tuoi pensieri?
  • Quando stai facendo qualcosa, la tua mente si allontana immersa nei pensieri e ti distrai facilmente?
  • TI capita di guidare" in automatico" per diversi chilometri e accorgerti all'improvviso di averli percorsi senza ricordarti come?
  • Quando fai qualcosa di abitudinale come lavare i denti, lavare i piatti, stendere il bucato, le faccende domestiche, ecc., ti capita di sognare ad occhi aperti?
  • Quante volte fai più cose contemporaneamente invece di concentrarti su una cosa alla volta?
  • Ti capita di continuare ad osservare l'orologio nella speranza che il tempo passi in fretta?
Commenta con la risposta più frequente che hai riscontrato nelle risposte.

Ti ringrazio della tua disponibilità
Claudio

LE FIGURE SPIRITUALI EVOLUTE




Sono Consapevole che pubblicando queste poche parole mi attirerò le ira di molti, ma il mio scopo non è attaccare nessuno, bensì è quello di portare conforto ai pochi che nutrono dei dubbi su questo argomento e, perché no, anche di fornire un nuovo "punto di vista" a qualcun altro che, in qualche modo, è a contatto con fenomeni "particolari". 


Gli Arcangeli, gli Angeli, e tutte le numerose entità "superiori" aliene o ultra dimensionali, non sono ciò che si pensa che siano o che dicono di essere.

ESSI SONO LIVELLI DI COSCIENZA.

Nella scala crescente che essi stessi chiamano "Ascenzione", il livello in cui sono da collocarsi è alto: si tratta del sesto livello di consapevolezza.

Questii Esseri non sono ancora entrati nel ciclo "umano" quindi sono "possibili individui" che NON hanno esperienza di questa esistenza, e come tali non possono AIUTARE NESSUNO. 
Essi non avendo la possibilità di "fare" esperienza su questo piano "materiale" NON conoscono le leggi che governano questo "piano tridimensionale" in quanto non sono mai stati qui con un corpo fisico. 

Quindi per completare il loro percorso evolutivo dovrebbero venire qui sulla terra, nella MATERIA, ma per "fare" ciò devono rinunciare alla loro" immortalità Spirituale" (nella materia si nasce e si muore).

Inoltre dovrebbero "FARE" ad "AGIRE" affrontando la dualità materiale confrontandosi con le EMOZIONI, (che loro non hanno) che possono si essere positive, ma anche negative (sofferenza). 

Perché quindi "congelarsi" nella materia perdendo completamente il ricordo di ciò che si e', dove l'unico modo per "ricordarsi di sé" è "sgobbare" per "fare" esperienza nel caos della dualità di questo piano? 

Meglio restare ai piani alti e condizionare coloro che hanno scelto di completare il ciclo evolutivo "appropriandosi" in modo "circospetto" delle loro esperienze materiali terrene, tenendoli "addormentati" nell'illusione di una "ascesa" o di una "missione speciale salva umanità" utile solo a "gonfiare" l'unico mezzo che hanno al loro servizio per tenerli ben "piantati con i piedi per terra": "l' EGO umano." 

Più l'uomo spera in un intervento "esterno" a sè per salvare se stesso e l'umanità, più l'uomo resta ancorato ai fantasmi del proprio EGO servendo involontariamente coloro che hanno scelto di non "AGIRE" creando questo "teatrino" furviante chiamato "vita ordinaria."

Ti starai chiedendo, perché dovrebbero fare questo? 

Perché il ricordo di sé equivale "all'illuminazione", significa raggiungere il contatto con la Coscienza Assoluta, significa espandere la Coscienza Assoluta agli altri, anche se non ne hanno Consapevolezza. 

Maggiore saranno coloro che raggiungeranno la Coscienza Assoluta, maggiore sarà la "possibilità" che prima o poi la raggiungano anche gli altri e maggiore sarà la possibilità che "l'Angelo" se vuole chiudere il ciclo deve venire "giù" sulla terra a "FARE" e fare vuol dire nascere,sgobbare, patire, gioire, soffrire, morire...

Gli Angeli non sono ciò che si crede che siano... (Questo non significa che sono buoni o cattivi, hanno solo fatto una scelta diversa da te, ma vogliono arrivare al via scavalcando gli ostacoli, usando te e gli altri..)

 Claudio

domenica 8 febbraio 2015

Meditare nella disciplina








Meditare nella disciplina

" Nel silenzio comprendo me stesso e il mondo.
Nel silenzio parlo con Dio.
Dall'illusione ordinaria mi allontano.
Allontanandomi mi rendo libero.
Nella libertà, ho potere.
Servendo, dono ciò che sono.
Rispettando me stesso, rispetto ogni creatura vivente.
Ricordando me stesso, ricerco la verità.
Sono quel che sono, niente, qualcosa, tutto. "


Claudio